Make-up ai tempi del Coronavirus

Prodotti per il make-up sempre puliti e disinfettati in modo corretto, come si fa con le mani, per tenere lontani batteri, virus, e coronavirus, ecco come fare:  

make up coronavirus

Make-up: come disinfettare i rossetti ai tempi del Coronavirus

Premessa: prima di effettuare queste operazioni usiamo un paio di guanti in lattice naturale aderenti. Iniziamo dalle labbra quindi. La bocca umana è un ricettacolo di batteri, come pure di residui di cibo e di cellule morte e considerato il numero di volte in cui si riapplica il rossetto durante il giorno, non stupisce che tutti questi batteri finiscano con il depositarsi sopra il rossetto. La soluzione? Facile, bisogna immergere il rossetto in una tazzina con dell’alcol isopropilico per circa 30 secondi, poi una volta tolto dalla tazzina, il prodotto sarà completamente privo di batteri.

Make-up: Lavare i pennelli del trucco ed usare un’igenizzante per tenere lontani batteri e virus

Parliamo ora di pennelli e spugnette, che sono la colonna portante di ogni kit di make-up beauty, quindi vanno puliti almeno una volta alla settimana, anche di più in questi tempi di Coronavirus, per prevenire la diffusione dei germi, senza contare che l’accumulo di sporco e sebo può favorire l’occlusione dei pori e, quindi, scatenare eruzioni cutanee e acne. Per rimuovere i residui di sporcizia dai pennelli, senza compromettere la qualità delle setole, si può usare dello shampoo per bambini, un detergente delicato per il viso o un prodotto specifico per la pulizia dei pennelli.

Secondo le direttive degli esperti, lavarsi le mani, non toccarsi il viso e disinfettare qualunque cosa capiti a tiro sono le regole-base per tentare di limitare il più possibile la diffusione del Coronavirus. Se però si seguono alla lettera le indicazioni di cui sopra, ma si trascura la routine beauty, ecco che ci si ritrova punto a capo, perché i prodotti per il make-up e quelli per la cura della pelle sono terreno fertile per i germi. E’ importante quindi incorporare nella propria routine di bellezza uno spray igienizzante per il trucco, da applicare su attrezzi, matite, palette e ciprie che, esattamente come succede con i prodotti antibatterici per la pulizia della casa o con i disinfettanti per le mani, è in grado di uccidere il 99,99% dei batteri entro 60 secondi e di sopprimerne la ricrescita fra gli utilizzi.

make up coronavirus

Make-up: Pulire il beauty-case ed eliminare prodotti scaduti

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che una borsa può contenere più batteri del sedile del water, eppure spesso passano dei mesi per non dire a volte anni prima che un beauty-case venga pulito ed igenizzato. Mi raccomando quindi, se la borsa dei trucchi che si sta usando è in plastica, va lavata all’interno usando un panno insaponato o una salviettina disinfettante, mentre se la borsa è in tessuto, la si butta in lavatrice e la si lava in acqua calda per eliminare i batteri.

Bisogna poi fare attenzione anche ai prodotti che abbiamo in queste borse, quindi anche i prodotti del make-up hanno una data di scadenza e come regola generale, il modo più semplice per capire se abbiano fatto il loro tempo è quello di guardare gli eventuali cambiamenti visivi e olfattivi: se i trucchi hanno una diversa consistenza o colore ed emanano cattivo odore, sono da buttare. Nel caso invece dei prodotti per la cura della pelle, in alcuni casi basta guardare sul fondo della confezione: se è presente la dicitura 12m o 18m, significa che durano 12 o 18 mesi dopo l’apertura.

make up coronavirus

Regole di make-up ai tempi del coronavirus: usare l’applicatore e non condividere mai i trucchi

Attenzione, se non si disinfettano a dovere le mani, secondo le procedure che tutti già dovremmo conoscere, ogni volta che si immergono le dita in un vasetto di crema idratante e si passano poi sul viso, i batteri presenti su di esse finiscono prima nel barattolo e poi sul viso e viceversa a ogni successiva applicazione. Da qui quindi il consiglio di utilizzare, almeno in questo momento storico, un applicatore al posto delle dita, così da scongiurare il rischio di infezioni e mantenere il prodotto libero dai germi. Quando poi parliamo di trucchi, non condividerli è una regola d’oro se si vogliono evitare infezioni e questo vale per tutti i prodotti, ma a maggior ragione per quelli per gli occhi, perché questi ultimi sono più inclini al contatto con i batteri.